Veca
Un defibrillatore per la solierese
Nei giorni scorsi la Solierese, recependo le sollecitazioni della FIGC ed in virtù di un’attenzione ed una particolare sensibilità verso il tema della salute dei propri atleti e non solo, ha acquistato il suo primo defibrillatore semi automatico. Questo dispositivo è in grado di effettuare la defibrillazione delle pareti muscolari del cuore in maniera sicura, dal momento che è dotato di sensori per riconoscere i vari arresti cardiaci, per i quali il defibrillatore determina automaticamente se è necessaria una scarica e seleziona il livello di energia necessario. L’utente che lo manovra non ha la possibilità di forzare la scarica quando il dispositivo segnala che questa non è necessaria. Il funzionamento avviene per mezzo dell’applicazione di piastre adesive sul petto del paziente. Quando tali elettrodi vengono applicati al paziente, il dispositivo controlla il ritmo cardiaco e, se necessario, si carica e si predispone per la scarica. Quando il defibrillatore è carico, per mezzo di un altoparlante, fornisce le istruzioni all’utente, ricordando che nessuno deve toccare il paziente e che è necessario premere un pulsante per erogare la scarica. Dopo ciascuna scarica, il defibrillatore ripete il controllo del ritmo cardiaco e, se necessario, si predispone all’effettuazione di una nuova scarica. Tale investimento, che è stato realizzato a fronte purtroppo dei sempre più frequenti casi che hanno scosso il movimento del calcio dilettantistico e giovanile, coinvolgendo atleti proprio sui campi da calcio, sarà seguito da un’adeguata formazione specifica,oltre che nell’utilizzo del medesimo anche nelle attività di rianimazione cardio-polmonare, a cura dei medici che collaborano con la società.