Veca
Storia

Dal 1948 tradizionalmente gialloblu: una storia Solierese

La Polisportiva Solierese, con i classici colori giallo e blu della città di Soliera, nasce nel 1948 da un desiderio di aggregazione di numerosi giovani locali, unitamente alla volontà di lasciare finalmente alle spalle i tragici ricordi della guerra. E nasce con l’ambizione di promuovere alcune discipline sportive, tra cui podismo, pallavolo, ciclismo e naturalmente calcio, il quale tuttavia a Soliera aveva già fatto la comparsa negli Anni Venti con l’Unione Sportiva Solierese. Società quest’ultima che annoverava giocatori importanti, come quel Lidio Stefanini che successivamente giocherà nel Carpi, Verona, Venezia e Modena, disputando numerose partite nella massima serie ed al quale oggigiorno è dedicato lo Stadio cittadino.
La Polisportiva Solierese, Sezione Calcio, partecipa con entusiasmo ai campionati della UISP per affiliarsi solo nel 1960 alla FIGC. Dopo pochi anni arriva la prima grande soddisfazione calcistica con la vittoria nella Stagione Sportiva 1964/65 del Campionato di Prima Categoria con il conseguente approdo in Promozione, al quale fa seguito nel 1967, dopo vari disagi e continue trasferte nelle realtà limitrofe, la possibilità di giocare nell’attuale campo comunale di Soliera.
Negli anni successivi si accavallano per la Polisportiva Solierese vari campionati con alti e bassi tra Prima, Seconda ed anche Terza Categoria. Dal gradino più basso della FIGC, proprio della Stagione 1986/87, scaturisce una reazione di orgoglio che riporta in poco tempo i gialloblu in Promozione, riconquistata dopo l’esaltante e vittorioso campionato di Prima Categoria nella Stagione Sportiva 1991/92, che vede la squadra primeggiare dopo un avvincente testa a testa con il Maranello.
Tale risultato si rivela il giusto premio di una passione propria di una dirigenza che dieci anni prima, nella stagione 1981/82, aveva assunto le redini della Solierese e che ancora oggigiorno, con la stessa dedizione e lo stesso attaccamento ai colori locali, si fa carico degli onori e degli oneri propri della gestione di una Società dilettantistica.
Fanno poi seguito vari campionati di Promozione fino ad arrivare alla Stagione 1998/99 quando lo Solierese conquista un secondo posto dietro alla Poggese, che consente ai gialloblu di giocarsi una gara di spareggio con l’Arcetana per accedere all’Eccellenza. Spareggio che, dopo varie emozioni e numerosi colpi di scena, vede la Solierese, sul campo neutro di Correggio, davanti ad un entusiasta pubblico proveniente dalla vicina Soliera, vincere per quattro a tre.
In Eccellenza la Solierese vi rimane per tre anni consecutivi, raggiungendo nella Stagione 2000/01 il risultato più eclatante di sempre con un terzo posto finale, al quale però, praticamente con la stessa squadra, fa seguito nel campionato successivo un’inaspettata quanto rocambolesca retrocessione. Una delusione sportiva, quella della Campionato 2001/02, che viene però mitigata dalla vittoria del titolo regionale nel Campionato Esordienti Fair Play conquistata dai giovani solieresi delle annate 1989 e 1990.
Si riparte dalla Promozione e, dopo due campionati consecutivi conclusisi al quinto posto, la Solierese nella Stagione 2004/05 sbaraglia tutte le avversarie, ottenendo un meritato primo posto, frutto di un grande girone di ritorno, caratterizzato da una serie pressoché ininterrotta di vittorie. Contestualmente la società nel novembre del 2004 assumeva la denominazione, che a tutt’oggi la contraddistingue, di Associazione Sportiva Dilettantistica Polisportiva Solierese.
Dal 2005/06 la Solierese ricalca i campi dell’Eccellenza, disputando campionati importanti con piazzamenti finali al 7° ed all’8° posto, così come una sofferta ma meritata salvezza nell’ultima Stagione 2007/08 nei playout ai danni dell’Anzolavino.
E questo con la possibilità di fare crescere e debuttare in prima squadra numerosi giovani del proprio vivaio, che normalmente contraddistinguono la metà della rosa. Un’attenzione ed una sensibilità verso il settore giovanile e la scuola calcio, che negli anni si è declinata sulla base di numerose affermazioni nei campionati a livello regionale delle categorie giovanissimi, allievi e juniores, così come nel più alto riconoscimento della FIGC di scuola calcio qualificata.
Un’attenzione ed una sensibilità che dal 1948 ha sullo sfondo quei colori gialloblu che tradizionalmente animano la Polisportiva Solierese, in attesa di un nuovo impianto sportivo quale condizione indispensabile per accogliere adeguatamente le esigenze e le aspettative provenienti dal nostro territorio.